A Natale sono tutti più incazzati, pure i creativi

A Natale siamo tutti più buoni. Ma se volete fare incazzare un creativo, anche il 25 dicembre, mostrategli uno di quei bigliettini di Natale con le renne, gli alberi e gli elfi, magari con un font Comic Sans. Oppure mandategli via mail una GIF animata con i Re Magi che cantano Jingle Bells. E di colpo vedrete gli Art Director buoni diventare cinici e cattivi. Gli spiriti dei Natali passati abbandoneranno il nostro amico creativo che inizierà ad imprecare contro tutti gli angeli del presepe. Per fare arrabbiare un Social Media Manager basta molto meno. Abbiamo scoperto che sono dei tipi tremendamente suscettibili: provate a taggarli su una foto di un Albero di Natale e sarete costretti a sorbirvi un panegirico sull’uso corretto dei Social. Se volete rischiare la vita vi consigliamo di inserirli in uno di quei Gruppi di WhatsApp o di Messenger con cento persone che si scambiano i versi di Tu scendi dalle stelle.

Se invece il vostro obiettivo dichiarato è un programmatore o un sistemista, niente di più semplice: un bell’allegato che superi 1 mega e il gioco è fatto. E poi via, con gli invii di massa. Vederli soffrire è una pacchia. Per par condicio vi consigliamo…di provocare un discreto urto di nervi anche al Project Manager che, al ritorno dalle ferie, si ritroverà 200 mail non lette di cui, almeno 180 di auguri di Natale con frasi copiate dai Baci Perugina, nella migliore delle ipotesi. E che dire del copy? Provate a dirgli: “Il cliente X vuole una bella frase di auguri per Natale?” e moltiplicate per cento. Povero diavolo. Ed ecco che un momento importante per ricordarsi l’uno dell’altro finisce per diventare quello ideale per stressarsi e, diciamolo pure, odiarsi ancora di più. L’abbiamo detto, noi creativi siamo persone tremendamente suscettibili. E lo è anche la nostra amica Mariah Carey, la cui canzone continuate ad usare a sproposito.

Ed è per questo motivo che abbiamo deciso di non mandarvi niente, tanto ad intasarvi la posta ci pensano le altre agenzie, ma di regalarvi 10 consigli last minute per un Natale creativo. L’abbiamo chiamata indossagrafica perché potere anche stamparla, tagliarla e indossarla. Per scaricarla vi basta cliccare qui e vi arriverà via mail. Non è nostra intenzione cambiare il mondo, ma semplicemente sorridere di una pratica che è ormai diventata abuso, prima ancora che abitudine. Prima che vi arrabbiate voi vi diciamo che in cambio la vostra mail finirà nel nostro database per l’invio di eventuali newsletter. Ma vi giuriamo che siamo tipi discreti e non faremmo mai, a voi, quello che non vorremmo venisse fatto a noi. Nel frattempo buon Natale, creativi e non.

Cristiano Carriero  

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Email
< torna indietro