IMG_20170515_120617-02

Convention Var 2017 – Un racconto di Nicola Fragnelli

Are you driving the change or are you driven by it? Se mi chiedessero di esprimere, con una sola frase, l’intero significato della Convention Var dello scorso 15 Maggio, non avrei esitazioni: sceglierei questa. Dirvi che è farina del mio sacco mi piacerebbe tanto. Ma non è così, purtroppo. L’ho letta sullo schermo luminoso durante la giornata. E l’ho trafugata. Ma mettiamo da parte il rammarico personale. Perché questa frase è davvero perfetta.

Stai guidando il cambiamento, oppure è lui a guidarti? Dietro questa provocazione si nasconde una verità grande quanto una casa. Anzi, quanto un castello. Il cambiamento rappresenta spesso un assillo per imprese e imprenditori, che si ritrovano a recitare la parte di Willy il Coyote. Beep Beep è il loro cliente. Da inseguire. Da acchiappare. Da non perdere. L’innovazione è lo strumento più efficace per portare a casa il risultato. Ma ad una sola condizione. Non deve essere più avvertita come mancanza e tormento. L’innovazione deve diventare carburante e propulsore. Così la strada sarà in discesa.

INNOVAZIONE E VALORE
L’innovazione non è mai un’entità che ti piomba addosso all’improvviso. È qualcosa che viene da dentro: uno stimolo che ti porta a rivedere completamente il tuo modo di pensare, organizzare e agire. Non funziona a prescindere, ma soltanto se amplifica la portata della percezione, se offre un valore concreto, se crea occasioni e vantaggi per le persone. Sul palco del Palazzo dei Congressi di Riccione, questo concetto l’hanno raccontato benissimo Alex Bellini, Esploratore al servizio dell’intelligenza emotiva nella trasformazione digitale, Elena Schiavon, Fashion Blogger in grado di incrementare il business delle aziende con cui collabora, e Agostino Santoni, manager di Cisco Italia e testimone diretto del progresso che non soppianta le persone, ma crea nuove opportunità di lavoro.

 

INNOVAZIONE E TRADIZIONE
L’innovazione che funziona è quella che si radica alla realtà del territorio, perché la sua origine è proprio fra quelle pieghe. La prova l’ha fornita Alessandro Manoni, Account Manager di Var Group, insieme ai rappresentanti delle più prestigiose aziende vitivinicole italiane: Ignazio Mauceri di Settesoli, Francesco Fioriti di Farnese Vini, Guido Allione di Giordano Vini. In questo caso innovazione fa rima con tradizione, (quella dell’eccellenza Made in Italy) e informazione (quella delle soluzioni gestionali di Var Group), perché dal controllo dei dati passa la qualità e la sicurezza del prodotto finale. È il caso di dirlo: i benefici dell’innovazione si fanno sentire anche nei calici che accompagnano i nostri momenti di ordinaria e straordinaria felicità.

 

INNOVAZIONE E COMUNICAZIONE
Innovazione + Creatività + Design. La formula che permette di affrontare il cambiamento digitale con un approccio diverso. La formula che garantisce l’omnicanalità e mette davvero le esigenze delle persone al centro. La formula che caratterizza il lavoro quotidiano di Questagenzianonhanome e Var Digital, le agenzie di comunicazione “sorelle” di Var Group. Una formula illustrata a Riccione dal nostro CEO Fabrizio Candi. La strategia definisce il perimetro d’azione, la creatività e il design fanno saltare il banco, cambiano una volta per tutte le regole del gioco, creano nuove opportunità di business per le aziende.

L’innovazione splende sempre di un fascino esoterico ma, a guardarla bene, è il risultato di un processo logico e razionale, che ha come obiettivo quello di portare beneficio nella vita delle persone. Cosa ci riserverà il futuro? Oggi possiamo soltanto rispondervi che, in qualunque direzione l’innovazione ci condurrà, sarà sempre la Convention Var a raccontarcela. E noi saremo lì ad osservarla da vicino.

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Email
< torna indietro