giustificazioni_beatriz

El saber no ocupa lugar (La conoscenza non occupa spazio)

Credits: Prìncipi e Principi

L’ho sempre saputo. Non avrei mai smesso, di studiare e di voler conoscere.

Da quando ho scelto di studiare per vivere da “creativa” ho sempre sentito il bisogno. Leggendo Bruno Munari, ho avuto la conferma: “L’individuo creativo è quindi in continua evoluzione e le sue possibilità creative nascono dal continuo aggiornamento e dall’allargamento della conoscenza, in ogni campo”.

Fantasia, invenzione, creatività e immaginazione. Bruno Munari raccontaciò che è la fantasia. Di tutte loro, la più libera. È libera di pensare qualunque cosa, anche la più assurda, incredibile e impossibile. L’invenzione usa la stessa tecnica della fantasia, cioè la relazione fra ciò che si conosce, ma ad un fine pratico. Inventare vuol dire pensare qualcosa che prima non c’era. La creatività e anche’essa un uso finalizzato della fantasia; ma anche dell’invenzione in modo globale. La creatività è libera come la fantasia ed esatta come l’invenzione. Ma ha un qualcosa in più: l’aspetto psicologico, sociale, economico ed umano. L’immaginazione è il mezzo per visualizzare ciò che la fantasia, l’invenzione e la creatività pensano.

I prodotti della creatività, ma anche della fantasia e della invenzione, nascono da relazioni che il pensiero fa con ciò che conosce. Per cui saranno più o meno presenti in base alle possibilità dell’individuo di fare relazioni. Un individuo di cultura limitata non può avere una grande creatività. Conoscendo poche cose prima o poi non potrà continuare a fare altre relazioni.

Il punto chiave per lo sviluppo della fantasia, e quindi per essere sempre creativi, è l’aumento della conoscenza, che permette un maggior numero di relazioni possibili tra un maggior numero di dati.

Forse mamma tutto questo già lo sapeva ed è per questo che fin da piccola l’ho sempre sentita dirmi “el saber no ocupa lugar” e mi ha sempre spinta a studiare, leggere, chiedere, conoscere, essere curiosa. Provateci anche voi. Noi dell’agenziasenzanome lo facciamo sempre! E tanto mamma non capirà. Questo post è scritto in italiano. Per questo vogliate perdonarmi se non è scritto come Dio comanda.

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Email
< torna indietro