giustificazioni_graziano

Identità visiva, libri e qualche scusa per l’agenzia senza nome

E così è già passata una settimana dal primo International Self Publishing Festival di Senigallia, una settimana dove tutte le emozioni del festival si sono trasformate in considerazioni delle cose fatte, in nuovi contatti da gestire, nuove visioni da approfondire, cose da studiare, probabili (ce lo auguriamo tutti) progetti da realizzare.

Per me entrare in contatto con questo nuovo mondo è stato veramente interessante, un mondo pieno di passione, di spirito di iniziativa dove ogni persona che ama scrivere può, grazie alle nuove tecnologie, scoprire nuovi mercati, nuovi tipi di lettori, un mix esplosivo dove io (Identity Designer) posso applicare le mie competenze…grafiche visive e pubblicitarie alle nuove modalità di lettura.

Due giorni in fiera passati dietro alla nostra “bancarella”: non è stato solo business, per me è stato molto di più, presentare per la prima volta la nostra nuova agenzia senza nome, la nostra voglia di comunicare semplificando concetti e facendo giocare, divertire e coinvolgere un vero e proprio test andato a buon fine, dove scrittori da 5 a 90 anni hanno giocato e scambiato le loro idee con noi.

Anche per sta volta non ho potuto lavorare sul nostro nome, ma riguardando le foto credo ne sia valsa la pena.

E tu, le hai viste? 

questagenzianonhanome al #ISPF2013

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Email
< torna indietro