CSSDay 2018

Il codice della bellezza – CSSDay 2018

Lo scorso 16 Marzo, presso il Cinema Teatro Sarti di Faenza, è stata proiettata la nuova edizione del CSSDay, l’evento che ha una grande missione: dare una dignità alla tecnologia che rende tutti i siti più leggibili, interattivi ed anche belli da vedereDurante l’evento si è discusso di metodologie come Variable Fonts, BEM, tecnologie con LESS o SASS, CSS Framework come Bootstrap, Foundation, senza trascurare le best practice in materia. I nostri Luca Torelli (Web Developer) e Irene Martelli (Web Designer) non potevano assolutamente mancare. Oggi vi presentiamo il loro resoconto.

Allora ragazzi, facciamo un piccolo passo indietro: ripetiamo chiaramente cosa sono i CSS!
CSS è l’acronimo di Cascading Style Sheets, ovvero Fogli di Stile a Cascata: è il linguaggio che si utilizza per lavorare alla formattazione di documenti HTML, XHTML e XML, quelli dei siti e delle relative pagine web. Per chi svolge questo lavoro rappresenta una conoscenza imprescindibile, perché senza questa tecnologia i siti non sarebbero così fruibili ed esteticamente accattivanti.

Luca, possiamo chiederti un confronto tra questa edizione 2018 e quella precedente?
Innanzitutto è cambiata la location: abbiamo abbandonato il Museo delle Ceramiche per tornare al cinema. Insomma, siamo rimasti in ambito artistico! La qualità degli interventi, invece, è rimasta immutata: anche quest’anno gli speaker si sono contraddistinti per i loro contenuti di valore. Il focus dell’edizione 2018 lo definirei vorrei ma non posso, perché molte delle soluzioni stilistiche presentate, purtroppo, non sono ancora supportate da tutti i browser. La speranza è che la situazione possa risolversi quanto prima per consentirci di sfruttare a pieno le potenzialità di questa tecnologia. Cos’altro aggiungere? Due note di merito vanno al simpatico contest organizzato per mettere alla prova i partecipanti sulla conoscenza dei CSS e al menu vegan del pranzo, davvero gustoso e variegato (peccato solo per la lunga fila che ha fatto raffreddare le lasagne).

Irene, anche quest’anno è tua la responsabilità di premiare lo speech più interessante…
Anche quest’anno è difficile scegliere lo speech principe. Ma visto che non è possibile tirarsi indietro, allora la mia preferenza va a Giacomo Zinetti. Nel suo intervento Super Fast Transitions che ha raccontato come oggi sia possibile creare un’animazione utilizzando esclusivamente i CSS senza trasformare il telefono in una piastra buona per cuocere le bistecche: una prospettiva del tutto inimmaginabile fino a poco tempo fa. Una menzione speciale va anche a Carmine Alfano e ai suoi Media Queries Next Level che permettono di modificare gli stili in base alla luminosità del device in uso. In generale i miei complimenti sinceri vanno a tutti gli speaker e agli organizzatori dell’evento: non vedo l’ora di scoprire il programma della prossima edizione! 

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Email
< torna indietro