calendario mondiali 2014

Mondiali 2014: un calendario per organizzare il business

I Mondiali sono iniziati. Con i padroni di casa che soffrono, ma battono la Croazia con un rigorino generoso. Ma non è di calcio che vogliamo parlare, ma di marketing e organizzazione. Paroloni. Signore e signori benvenuti nel primo Mondiale Social. Ma nel 2010 c’era già Facebook, direte voi. Vero, ma il mobile non era forte come oggi, e anche l’attitudine degli utenti era decisamente diversa. Si commentavano le partite, ma non in modalità live come dicono i numeri oggi.

Facciamo un passo indietro: i Mondiali, come le Olimpiadi, sono sempre stati……un grandissimo business per le aziende. Un trend sociale, ed economico. Non si spiegherebbe diversamente la scelta di disputare le Olimpiadi del 1996 ad Atlanta, a casa della Coca Cola, anziché celebrare il centenario ad Atene. Nel 1990, in Italia, i dirigenti dei Mondiali, parlavano tra di loro con i primi telefoni cellulari. Ma cosa avranno da dirsi di così importante i dirigenti di Italia ’90? Si commentava. Un anno dopo i cellulari arrivarono in maniera prepotente da noi.

Sui social, da un po’ di giorni a questa parte, è tutto un party. Le passioni popolari garantiscono contenuti alle aziende. Per un mese si può cavalcare l’onda e allora via con la ricetta tricolore, le offerte mondiali, i contest e le grafiche personalizzate. Twitter addirittura ha inaugurato una sezione dove è possibile commentare partita per partita tutto ciò che accade. Live. Sono lontani i tempi di Italia – Germania 4 a 3 (per molti la partita del secolo) e la leggenda dei bambini che solo per quella sera potevano restare svegli ad osservare le gesta di Rivera e Mazzola.

I Mondiali che si giocano dall’altra parte del globo hanno, da sempre, due particolarità: la prima è che nessuna squadra europea è mai riuscita a vincere di là. La seconda è che, spesso e volentieri, le partite si giocano ad orari quantomeno discutibili. E allora prepariamoci a stare svegli fino alle 2 di notte, per vedere le partite. Ovvio, il discorso non interessa tutti, ma anche chi non si cura del pallone sarà indubbiamente condizionato dagli avvenimenti. Un fidanzato, un’amica, un collega, un capo interessato a questa manifestazione c’è sempre.

Per questo abbiamo deciso di creare un calendario per il business. Perché anche se non siete tifosi vi assicuro che non è una grandissima idea fissare una riunione mentre gioca l’Italia. O se avete clienti internazionali dovreste quantomeno interessarvi della loro squadre, degli usi e costumi di Inghilterra, Germania, Spagna e Brasile. Vabbè, noi vi abbiamo avvisato, poi fate come volete. Intanto vi lasciamo il link per scaricare gratuitamente il calendario dei Mondiali per il business. Così potrete evitare incidenti diplomatici. Buon divertimento.

Scarica il calendario dei mondiali 2014 per il business

Cristiano Carriero 

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Email
< torna indietro