giustificazioni_giulia

Newsletter: Content is the king!

shutterstock_191118932Ha ancora senso parlare di Email Marketing oggi, di fronte alla rapida diffusione di molteplici strumenti di comunicazione e interazione come Facebook, Twitter e LinkedIn?

Dopo 5 ore di formazione sull’argomento, posso rispondere con certezza di sì. L’Email Marketing ha due anime differenti tra loro: quella focalizzata sulle vendite, il Direct E-Mailing, cioè l’invio di email pubblicitarie; e quella fondamentale e veramente efficace basata sulla relazione, sul dialogo con i propri contatti. In questo secondo caso si parla di Newsletter, cioè dell’invio di comunicazioni periodiche con una struttura definita.

Attraverso la Newsletter è possibile trasformare un nuovo visitatore del sito in un nuovo iscritto e ciò significa poter instaurare una relazione, generando riconoscibilità, attenzione e fiducia verso l’azienda. Sembrerà ovvio, ma per fidelizzare il proprio pubblico una Newsletter deve essere utile ed interessante per chi la legge. Altrimenti si attua il temibile effetto “cestino”, mentre si pensa “ma perché mai mi sono iscritta?”

Le regole da seguire per ottenere una Newsletter di successo sono tante. Occorre mantenere un intervallo costante di tempo tra un invio e il successivo, così da abituare i destinatari a riceverla regolarmente. Altrettanto importante è la scelta del giorno e dell’ora di invio della Newsletter, così come il rapporto tra immagine e testo. Contano molto ovviamente l’interazione e la possibilità di condividerla nei principali social network.

Potrei continuare l’elenco, ma ciò che fa davvero la differenza è il contenuto. Per colpire l’utente e rimanere impressa nella sua mente, una Newsletter non s’improvvisa. Va scritta in modo adeguato e consapevole, stimolando la curiosità con informazioni accattivanti, originali e fresche.

D’altronde “Content is the king”. Solo così si potrà evitare l’effetto “cestino”.

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Email
< torna indietro