Liferay Symposium

Tre novità dal Liferay Symposium 2017

Firenze 2015. Milano 2016. Roma 2017. La storia d’amore fra il nostro Software Developer Rama Pollini e il portale Liferay viaggia a gonfie vele. Il 16 e il 17 Novembre i due amanti si sono incontrati nella Capitale per parlare di Strategie Digitali, Digital Disruption, Tecnologia Omnichannel, Integrazioni e tanti altri temi di attualità. Dal Symposium sono emerse tre importanti novità: abbiamo deciso di condividerle con voi, con il prezioso contributo del nostro ICT Architect Filippo Del Prete.

Hybrid & Native Mobile Development
Fino ad oggi, nell’ambito dello sviluppo mobile, Liferay ha reso disponibili alcune librerie che consentono di implementare tutte le sue potenzialità su App Mobile nativa. Dal prossimo anno, invece, gli addetti ai lavori potranno sviluppare anche attraverso strumenti cross-platform come Xamarin o Apache Cordova. Il nostro lavoro (ma anche la nostra vita) sarà decisamente più agevole!

Ecommerce
A partire dal secondo trimestre del 2018 sarà possibile utilizzare Liferay per creare un vero e proprio ecommerce, provvisto di catalogo, carrello, processo di checkout ecc. Per rendere l’esperienza d’acquisto più accattivante e interattiva, i prodotti potranno essere taggati direttamente sulle immagini e aggiunti al carrello con un semplice click. Resta da capire se questa funzione sarà inclusa nella versione free oppure farà parte di un pacchetto a pagamento.

Clustering
Tornerà disponibile il supporto al clustering nella versione Liferay DXP CE (community). Questo approccio consente di bilanciare e distribuire i carichi di lavoro all’interno di un’infrastruttura di rete, garantendo la sua stabilità anche in presenza di grossi carichi. Un gradito comeback che va a placare il malcontento all’interno della comunità Liferay, offrendo (nuovamente) la possibilità di creare progetti di rilievo senza dover ricorrere alla versione enterprise.

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Email
< torna indietro